Alta Via dei Monti Liguri

Il crinale che unisce il monte Beigua alla punta Martin, attraversando il territorio della Comunità montana Argentea, comprende tre tappe dell’Alta Via, itinerario escursionistico che in 43 frazioni collega le due estremità della Liguria, da Ventimiglia (IM) a Ceparana (SP): un lungo percorso incantato, che permette di camminare in montagna spaziando con lo sguardo dal mare all’arco alpino.

L’Alta Via è parte integrante del progetto escursionistico “Sentiero Italia”, che mette in comunicazione Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Toscana e Umbria. Inoltre, proprio per la caratteristica geografica di collegamento tra le due principali catene montuose italiane – Alpi e Appennini – l’Alta Via diventa percorso di portata europea, simbolo di unione tra territori montani anche tra loro diversi: è infatti inserita negli itinerari europei E1, che inizia da Flensburg sul mare del Nord, ed E7, che collega i Pirenei al Parco dell’Adda. E non è raro incontrare, nei mesi primaverili, famiglie inglesi o tedesche che scelgono proprio questi sentieri per le prime vacanze all’aria aperta.

Attraversano il nostro territorio la 20° tappa - da Prato Rotondo al Passo del Faialllo, il punto in cui il tracciato è più vicino al mare - la 21° tappa - dal Passo del Faiallo al Passo del Turchino – e la 22° tappa – dal Passo del Turchino alla Colla di Praglia. Per la maggior parte del percorso, il segnavia - la bandierina rossa con il simbolo AV - coincide con i due pallini blu che indicano il sentiero dello spartiacque tirrenico-padano.

Le prime due tappe rientrano nel Parco naturale regionale del Beigua: l’Alta Via può essere infatti definita “un parco nel parco”, poiché unisce gran parte delle aree protette della Liguria.


 
© EUROTEAM - MEDIAEL